Azienda Vitivinicola Con Villa Di Lusso In Vendita A Pisa | Lionard 

AZIENDA VITIVINICOLA CON VILLA DI LUSSO IN VENDITA A PISA

19 Foto

Situata sulle colline di Pisa e circondata da un ricco bosco,è in vendita un'importante azienda agricola che gode di una meravigliosa vista panoramica sulla vallata del Fiume Cecina e si trova a breve distanza dal mare.L'azienda vitivinicola è corredata da 8 ettari di terreno di cui 4 sono destinati alla produzione di vino Montescudaio DOC ed altri 4 sono occupati da ulivi e bosco toscano che ben si integrano con i vigneti e la casa di lusso. Le strutture facenti parte della proprietà in vendita in Toscana sono una Villa di Lusso della superficie di 180 mq, che si trova sulla sommità della collina, una cantina vinicola di 160 mq, che si trova nella zona pianeggiante dell’azienda, un deposito di 135 mq ed uno chalet in legno di 42 mq. La villa in vendita a Pisa è in stile rustico ed è caratterizzato dalla tipica architettura toscana, con pavimenti in cotto ed infissi in legno. I locali interni sono disposti su un unico piano, ma a livelli sfalsati ed è arredata con mobili di lusso in stile tipico Toscano. Essa ospita un ampio salone-sala da pranzo, due camere da letto, tre bagni, uno studio ed una cucina. Di fronte alla villa si trovano una tettoia di 30 mq, utilizzata come ricovero attrezzi, ed un parcheggio auto. La cantina vinicola è costituita da un edificio costituito da un unico livello, in parte fuori terra ed in parte seminterrato.Completano la proprietà due strutture che possono essere destinate ad attività agrituristica, queste sono lo chalet ed il deposito. Lo chalet è una piccola struttura in legno su base di muratura e comprende due camere da letto, una sala da pranzo, una cucina ed un bagno ed si affaccia sui vigneti. Il deposito attrezzi è stato ricavato da un'antica fabbrica di marmellate ed ha una struttura in muratura con la possibilità di essere ristrutturata per la realizzazione di tre appartamenti. La proprietà è predisposta per la realizzazione di una piscina.

Dettagli Tecnici Regione: Toscana
Comune: Pisa
Zona: Pisa

Tipologia: Casa di lusso - Azienda agricola in vendita
Superficie interni: 550 mq
Superficie esterni: 8 ha
 
Villa: 180 mq
Camere:2
Bagni: 3
Salone: 1
Sala da pranzo:1
Cucina: 1
 
Chalet: 42 mq
Camere: 2
Bagni: 1
Sala da pranzo: 1
Cucina: 1
 
oltre vani accessori e locali tecnici: 3
 
Cantina vinicola: 160 mq
Deposito: 135 mq
Tettoia: 30 mq
Vigneto Montescudaio DOC: 4 ha
Bosco e pascolo: 4 ha
Superficie totale terreno: 8 ha
 
Toscana – Pisa: Pisa km 56 – Cecina km 10 – Castiglioncello km 20 - Volterra km 27 - Livorno km 39 – San Gimignano km 56 - Golf Club Tirrenia km 38 – Borgo La Bagnaia Resort & SPA km 48 - Aeroporto Pisa km 57 – Uscita autostrada: uscita Rosignano Marittimo km 15.

Rif: 2228
Prezzo: Fino 2,5M

azienda vinicola

casale in toscana
Immobili Lusso

Contatti

Per meglio corrispondere alle vostre esigenze Vi preghiamo di compilare i campi sottostanti specificando la lingua in cui gradireste risposta. Lionard Vi risponderà quanto prima.

Nome *
Cognome *
Email*
Telefono*
Società
Lingua*
Paese *
Messaggio *
Privacy *
Accetto condizioni D.Lgs. 196/03.

Tel.: +39 055 0548100

toscana Pisa

Toscana – Pisa: Il nome della località di Montescudaio deriva dal composto del latino "Mons" (monte) e "Scutarius", che significa "fabbricante di scudi".Il borgo in Toscana viene citato per la prima volta in un atto notarile del 1091 in cui si accenna alla donazione di una chiesa titolata a Sant'Andrea da parte del Conte Gherardo della Gherardesca a beneficio delle suore benedettine che risiedevano presso un monastero fondato precedentemente dallo stesso conte. Sebbene risiedessero nel comune di Pisa, i Conti della Gherardesca esercitarono a lungo la loro giurisdizione sul borgo e sul monastero e non esitarono a ribellarsi alla Repubblica di Pisa alleandosi, nel 1345, con le truppe del Ducato di Milano inviate da Luchino Visconti.
All'inizio del XV secolo i Conti della Gherardesca si sottomisero alla Repubblica di Firenze e il borgo di Montescudaio venne posto sotto la giurisdizione dei Fiorentini.Verso la fine dello stesso secolo in seguito al tradimento operato dai Conti ai danni della Repubblica di Firenze, quest'ultima confiscò loro i beni tra i quali il borgo di Montescudaio che da allora venne annesso definitivamente ai possedimenti fiorentini.Sotto la dominazione de' Medici nel 1479 Montescudaio venne elevato al rango di comune autonomo. Nel 1648 il Granduca Ferdinando II concesse il borgo di Montescudaio in feudo con il titolo di Marchesato alla famiglia aristocratica dei Ridolfi, i quali mantennero il controllo del borgo fino all'inizio del Settecento. Il periodo della dominazione dei Ridolfi sul borgo in Toscana dove sorge il casale in vendita, è contrassegnato da conflitti tra gli stessi e gli abitanti di Montescudaio per via dello strapotere esercitato dagli aristocratici, i quali ebbero in monopolio tutte le risorse del territorio.
Nel 1727, alla morte dell'ultimo erede diretto dei Ridolfi, Montescudaio ritornò al Granducato Fiorentino ma nel 1735 il Granduca Giangastone de' Medici lo concesse nuovamente in feudo a Cosimo Ignazio Ridolfi. L'investitura venne confermata da Francesco II di Lorena nel 1738 e i Ridolfi tornarono a esercitare la propria guirisdizione sul borgo fino al 1778. All'inizio dell'Ottocento il territorio del borgo in Toscana di Montescudaio venne invaso dalle truppe napoleoniche che ivi rimasero stanziate fino al 1814. Nel 1815 Montescudaio rientrò nei possedimenti del Granducato di Toscana del quale fece parte fino all'unità d'Italia avvenuta nel 1860 ad opera del Re Vittorio Emanuele II di Savoia.