Antico Castello In Vendita In Toscana | Lionard 

ANTICO CASTELLO IN VENDITA IN TOSCANA

1 Foto
Nel tipico paesaggio della maremma toscana si trova questo antico borgo medievale risalente agli inizi del XII secolo che appartenne, dal 1361 al 1894, a due importanti e nobili familgie di Siena: i Tolomei e i Piccolomini.
Il caratteristico borgo, che comprende un antico castello, oggi in vendita a Grosseto, è stato recentemente restaurato ed è attualmente adibito a struttura turistico-ricettiva. Le costruzioni, tutte antiche dimore in tipico stile Toscano, si dispongono lungo le vie del borgo ed attorno all'ampia piazza su cui si affaccia il castello in vendita.
Il castello in vendita si sviluppa su più livelli con la facciata rivolta verso la piazza della chiesa e spezzata ad una certa altezza da una torre che si eleva oltre il tetto a quattro spioventi ed è coronata alla sommità da una caratteristica merlatura cordonata. Oltre al castello vi sono anche altre antiche dimore in vendita, come la fattoria, i magazzini e le scuderie, tutti abilmente ristrutturati e suddivisi in varie residenze con spazi e superfici diversi.
Queste abitazioni e queste ville, in vendita a Grosseto, sono costituite da monolocali, bilocali e trilocali arredati con tutti i comfort ed alcuni hanno a disposizione anche un piccolo giardino. Molteplici sono gli ambienti comuni, come saloni, un bar, un ristorante, una sala biliardo. Fuori dalle mura del borgo trovano spazio gli impianti destinati alle attività del “tempo libero”: una piscina, un campo da tennis ed un edificio su tre livelli il cui rivestimento in pietra e le ampie vetrate contribuiscono a fondere la costruzione con la struttura muraria del borgo. Questo edificio ospita una palestra ed un centro benessere. Il castello toscano in vendita, invece, ospita al piano seminterrato dei vani tecnici, al piano terra i locali comuni ed ai piani superiori si trovano gli appartamenti che offrono una bellissima vista sul paesaggio circostante.
Dettagli Tecnici Regione: Toscana
Comune: Grosseto
Zona: Grosseto

Tipologia: Castello in Toscana - Ville Grosseto
Superficie interni: 3460 mq
Superficie esterni: 1 ha
 
Castello             860 mq
Magazzino A     500 mq
Magazzino B     330 mq
Scuderia            280 mq
Fattoria             1220 mq
Impianti sportivi  270 mq
 
oltre vani accessori e locali tecnici
 
Sala biliardo
Piscina
Palestra
Centro benessere
Campo da tennis
Terreno: 1 ha
 
Toscana – Grosseto: Cinigiano km 3 – Grosseto km 40 – Siena km 61 – Chianciano km 59 – Montalcino km 21 – Monte Amiata km 32 – Argentario km 72 – Punta Ala km 82 – Castiglion della Pescaia km 71 – Circolo Golf Maremmello km 23 – Terme di Saturnia km 41 – Aeroporto Firenze km 98 – Uscita autostrada: uscita Grosseto est km 25.

Rif: 0185
Prezzo: Trattativa Riservata

Vendita immobili di pregio

Castello a Grosseto
Castello in vendita a Grosseto

Contatti

Per meglio corrispondere alle vostre esigenze Vi preghiamo di compilare i campi sottostanti specificando la lingua in cui gradireste risposta. Lionard Vi risponderà quanto prima.

Nome *
Cognome *
Email*
Telefono*
Società
Lingua*
Paese *
Messaggio *
Privacy *
Accetto condizioni D.Lgs. 196/03.

Tel.: +39 055 0548100

Toscana Grosseto

Toscana – Grosseto: Sede di prestigiosi immobili di lusso, Cinigiano si è sviluppato intorno ad un castello medievale in Toscana nel XII secolo su di un rilievo collinare che sormonta la piana grossetana. Il territorio dell'attuale comune era posto sotto l'autorità dei discendenti di Bernardino di Cinigiano, vassalli dei potenti conti Aldobrandeschi del ramo di Santa Fiora.
Nel 1254, il casato cedette l'accomandigia del castello e dei domini terrieri al comune di Siena. Tuttavia i signori di Cinigiano continuarono ad esercitare un potere assoluto nei confronti delle popolazioni locali, mentre la loro fedeltà a Siena sembra fosse incerta e nel 1278 i Senesi misero al bando l'ultimo di essi, con l'accusa pretestuosa di aver assalito un dignitario ecclesiastico in viaggio verso Viterbo. Nel Trecento si impadronirono del castello i conti Guidi di Poppi e di Battifolle, da cui Siena riacquistò il possesso del territorio nel 1389, versando una cospicua somma all'allora signore, Francesco di Ugone di Battifolle. Il conte continuò tuttavia ad esercitare il proprio potere sul borgo in Toscana, nonostante gli accordi presi, fino a quando nel 1404 non fu scacciato da una rivolta popolare.
A metà del XVI secolo Cinigiano passò insieme a Siena al Granducato di Toscana e nel 1766 Pietro Leopoldo di Lorena trasferì il comune dalla provincia di Siena a quella di Grosseto alla quale resterà anche dopo l'annessione al Regno d'Italia, avvenuta nel 1859. Oggi, la location mantiene tutta la sua storia e il suo prestigio, risultando il luogo ideale per immobili di grande valore e di gran pregio.