Antico Castello In Vendita Ad Alessandria | Lionard 

ANTICO CASTELLO IN VENDITA AD ALESSANDRIA

1 Foto
In posizione dominante sulle colline del Monferrato si erge questo antico maniero fortificato risalente al X secolo realizzato per resistere soprattutto agli attacchi saraceni. Questo antico castello in Piemonte, oggi in vendita, è nato su uno sperone di tufo inaccessibile e domina tutta la vallata e la pianura circostante offrendo una splendida vista sulle colline del Monferrato ed Alessandria con i suoi vigneti. La dimora storica fu dapprima una torre di avvistamento, corredata, poi, da granai per le riserve di cibo e da quartieri per la guarigione. Subito sotto al forte si sistemarono, sentendosi protetti, i primi abitanti dell'attuale paese. Gli ultimi feudatari del paese, i Gozani, arricchirono il castello di una scenografica facciata settecentesca, a masse progressivamente rientranti, del grande scalone ad “u” e dei due archi che segnano gli ingressi a sud e da nord.
Solo grazie a questa ricostruzione, il castello, non lontano da Torino, riottenne il suo splendore al quale contribuì anche il bellissimo giardino all'italiana che tutt'ora si può ammirare. Sempre a questi signori si deve la costruzione nel XVIII secolo, all’interno del giardino pensile, della piccola cappella con proporzioni perfette, opera del Ferroggio, allievo dello Juvarra. L’ultimo intervento stilistico, nel 1828, si deve all'architetto Bollati che apportò alcuni interventi alla facciata meridionale dalle forme neogotiche: si tratta di una facciata spezzata in un senso orizzontale, rientrante a formare una terrazza al terzo piano, dalla quale, senza inerpicarsi in cima alla torre, si gode la spettacolare vista dell'arco delle Alpi, dal Monviso fino al Monte Rosa, delle dolci colline monferrine e della pianura lomellina.
Frutto di un attente opere di restauro, questo nobile castello in vendita è ora trasformato in un accogliente ed elegante "relais chateau" i cui ambienti creano una raffinata atmosfera. La proprietà ha una superficie complessiva coperta di 1850 mq, ma vi è la possibilità di eseguire opere di ampliamento per la realizzazione di 11 camere, salone conferenze e così via oppure appartamenti privati. A completare la dimora di prestigio vi sono 7000 mq di parco e giardino.
Dettagli Tecnici Regione: Piemonte
Comune: Alessandria
Zona: Alessandria

Tipologia: Vendita castelli - Torino Castelli
Superficie interni: 1850 mq+385 edificabili
Superficie esterni: 7000 mq

10 camere
1 suite
3 sale ristorante
1 bar
1 cucina

oltre vani accessori e locali tecnici

Parco: 7000 mq

Piemonte – Alessandria: Alessandria km 31 – Torino km 94 – Genova km 108 – Milano km 105 - Golf Club "Il Golfino" km 10 – Aeroporto Torino km 99 – Impianti Termali km 50 – Uscita autostrada: uscita Casale Monferrato Sud km 2.

Rif: 2324
Prezzo: Fino 2,5M

casa di pregio

Castello Piemonte
vendita ville

Contatti

Per meglio corrispondere alle vostre esigenze Vi preghiamo di compilare i campi sottostanti specificando la lingua in cui gradireste risposta. Lionard Vi risponderà quanto prima.

Nome *
Cognome *
Email*
Telefono*
Società
Lingua*
Paese *
Messaggio *
Privacy *
Accetto condizioni D.Lgs. 196/03.

Tel.: +39 055 0548100

Piemonte Alessandria

Piemonte – Alessandria: Sede oggi di meravigliosi immobili di prestigio e castelli di lusso, Alessandria fu fondata intorno alla metà del XII secolo dalla Lega Lombarda con il preciso intento di occupare una posizione strategica e di ostacolare il marchese di Monferrato Guglielmo il Vecchio, parente e seguace di Federico I "Barbarossa" e assieme a Milano divenne il simbolo dell'irriducibilità dei lombardi. Inizialmente prese il nome di "Civitas Nova"e, in seguito, il nomignolo inventato dagli imperiali del Barbarossa "Alessandra della paglia", ci ricorda che nel 1174, durante il leggendario assedio stretto dall'imperatore, i tetti della città erano di paglia.
I borghi vicini alla cittadina del Piemonte infatti la stavano costruendo e fortificando in riva al Tanaro attorno a Borgo Rovereto. Invano il Barbarossa assediò la città e quando le sue truppe sconfitte si ritirarono la città venne chiamata così in onore di Papa Alessandro III, protettore della Lega. Successivamente il borgo in Piemonte entrò a far parte dell’Impero, prendendo per un breve periodo il nome di "Cesarea". Divenne libero comune nel 1198 poi, seguendo le sorti del ducato di Milano, nel 1348 passò ai Visconti, agli Sforza ed agli Spagnoli. La città ha mantenuto negli anni l'aspetto valoroso e prestigioso grazie anche ai preziosi immobili di pregio lì costruiti fin da questo periodo. Conquistata dal principe Eugenio nel 1707, fu ceduta nel 1713 ai Savoia che la fortificarono in modo da renderla un'importante piazza strategica e baluardo del Piemonte. Risale infatti a questo periodo la "Cittadella" che è uno dei massimi esempi di architettura militare del Settecento italiano e tra le più importanti d’Europa. Fu fatta costruire dal Re Vittorio Amedeo II a partire dal 1728, i lavori furono proseguiti dal successore Carlo Emanuele III, per essere completati dai generali Marescot e Chasseloup; le difese furono ancora potenziate a metà dell’Ottocento. Della Cittadella in Piemonte colpisce la grandiosità della cinta muraria che ha uno sviluppo perimetrale di tre chilometri e presenta una cinta a pianta esagonale con fronti bastionati, ma il complesso architettonico più interessante è offerto dal vasto piazzale di 30.000 mq. su cui si affacciano i massicci e severi parallelepipedi degli edifici Sette – Ottocenteschi. Osservando la struttura settecentesca della città di Alessandria, ampliata poi nel 1859, e le testimonianze di un ottocento tipicamente militare, si pensa a quella che era la massiccia roccaforte di un tempo, che seppe resistere più volte all’assedio.