Villa Di Prestigio In Vendita A Siena | Lionard 

VILLA DI PRESTIGIO IN VENDITA A SIENA

22 Foto
Immerso nella splendida campagna Toscana che circonda il caratteristico paese di Montaione, sorge questo tipico Casale in vendita a Siena, composto da dieci spaziosi appartamenti: otto sono stati ricavati all'interno di una tipica Villa colonica toscana del 1600 di 630 mq, della quale sono state salvaguardate e valorizzate le pure linee architettoniche ed archi, volte e soffitti a trave, due sono stati ricavati nel fienile di 160 mq.
Questa dimora di charme sorge tra le colline del Chianti senese ed ha già in essere un  progetto,  e relativi permessi, per ulteriori 400mq edificabili.
Gli edifici erano parte della prestigiosa tenuta che il poeta Vincenzo da Filicaja, commemorato in Santa Croce fra i grandi italiani e da cui discendono le attuali proprietarie, ricevette in dono dalla famiglia de' Medici.
I nomi maschili e femminili che contraddistinguono gli appartamenti sono appunto i nomi dei componenti dell'antica casata di Siena.
I due casali di lusso, in vendita, sono circondati da 3 ettari di terreno coltivato prevalentemente ad olivi che conferisce alla zona l'aspetto tipicamente toscano delle verdi colline del Chianti, ondulate e rigate di ordinati filari di piante verdi e argento.
Nell'ampio prato antistante la villa si trovano la grande piscina, con due vasche collegate tra loro da una piccola piscina per bambini, spazi attrezzati di ogni comfort ed un barbecue.
La posizione dominante e molto panoramica della tenuta garantisce viste magnifiche e la massima tranquillità e riservatezza pur avendo a due passi le principali città d'arte della Toscana, alcuni Monasteri punti fermi della religiosità medievale e la Via Francigena.
Dettagli Tecnici Regione: Toscana
Comune: Siena
Zona: San Gimignano

Tipologia: Villa Chianti - Ville e casali
Superficie interni: 1420 mq
Superficie esterni: 3 ettari

Villa di lusso padronale
Composta da 8 appartamenti
ognuno dei quali con 1-2 camere,
1-3 bagni,
Soggiorno,
Zona cottura.

Casa di lusso in stile rustico
Composto da 2 appartamenti
ognuno dei quali con 2-3 camere,
1-2 bagni,
Soggiorno,
Zona cottura,
Portico.

Piscine
Bbq
Oliveto
Terreno 30000 mq

Toscana-Firenze: Firenze: 47 km Siena: 50 km Pisa: 51 km San Gimignano: 9 km Golf Club: 5 km Maneggio: 3 km Casello autostradale: A11 uscita Firenze Certosa, 25 km Aeroporto Firenze: 43 km

Rif: 0103
Prezzo: Da 2,5M a 5M

toscana ville

casale in Toscana
case e ville

Contatti

Per meglio corrispondere alle vostre esigenze Vi preghiamo di compilare i campi sottostanti specificando la lingua in cui gradireste risposta. Lionard Vi risponderà quanto prima.

Nome *
Cognome *
Email*
Telefono*
Società
Lingua*
Paese *
Messaggio *
Privacy *
Accetto condizioni D.Lgs. 196/03.

Tel.: +39 055 0548100

Toscana Siena

Toscana-Siena-San Gimignano: secondo la leggenda, il borgo immerso nelle colline della Toscana, ebbe origine da un giovane nobile volterrano di nome Ajone, passò un giorno per una contrada lontana e nel più profondo del bosco incontrò la casa di Ine che piangeva la sua bellissima figlia, Figline, rapita da tal Gambasso. Ajone decise di riportare a casa Figline e marciò in guerra contro Gambasso. Riportata Figline dalla madre ottenne di sposarla e fondò sia il paese di "Monte Ajone" che il castello di Figline, a poca distanza da esso. I discendenti di Ajone e di Gambasso mantennero comunque un'accesa rivalità.
Un giorno i discendenti di Ajone a di Figline furono attaccati da un esercito nemico che dopo lungo assedio distrusse il castello in Toscana, passando per le armi tutti i difensori. I popolani del borgo in Toscana smarrita la loro guida e la fede, ritornarono all'idolatrìa e decisero di sacrificare la più bella ragazza del paese, il cui nome era Filli, agli dèi in augurio di pace e felicità. Un cavaliere fiorentino, sentita la notizia, si precipitò a Montaione e inorridito dal sacrificio umano (e forse attratto dalla bellezza della fanciulla), obbligò i popolani a liberare la fanciulla e a sacrificare, al suo posto, una vitella. Fu così chiamato il "Sire della Vitella".
Filli, liberata, per riconoscenza verso il suo salvatore gli donò il vestito rosso stracciato che indossava e che egli usò, con orgoglio, come sua bandiera. Filli e il Signore della Vitella si sposarono e ricostruirono il castello di Figline dove vissero innumerevoli anni. Il Sire della Vitella era così innamorato della sua sposa che non faceva altro che chiamarla "Filli mia bella", "Filli desiata", "Filli cara"€¦ fu così che fu chiamato egli stesso e il luogo dove vivevano "Fillicara". I loro discendenti si chiamarono così Fillicara o "Filicaja" o "da Filicaja" ed ebbero come emblema il simbolo del vestito di Filli.