Ville In Vendita Sulla Collina Di Firenze | Lionard 

VILLE IN VENDITA SULLA COLLINA DI FIRENZE

15 Foto

Nel bellissimo scenario paesaggistico delle colline di Firenze, nel cuore della Toscana, sorge, ed oggi è in vendita, questa caratteristica villa di lusso, risalente al XIII secolo che, nel corso del tempo, è appartenuta a Guido Cavalcanti, personalità di rilievo nella letteratura italiana, e ad ai conti Guicciardini, importante famiglia dell'aristocrazia fiorentina. Questa villa d'epoca è costruita in pietra a vista ed ha una superficie di 650 mq ed è corredata da 3,2 ettari di terreno che avvolge la struttura in un'atmosfera di quiete e tranquillità. 1 ettaro del terreno è recintato e racchiude un suggestivo parco arricchito da cipressi, pini, cespugli fioriti, bambù neri rari cinesi e diverse varietà di alberi da frutto. Il parco comprende, inoltre, due terrazze di cui una con pergolato in ferro battuto ricoperto di anpellophys e glicine ed una che gode di un magnifico panorama sulla valle dell'Arno. Oltre la recinzione si trovano campi con piante boschive dove si possono ammirare cerbiatti, daini, lepri e fagiani.

L'accesso alla Villa in vendita a Firenze è accompagnato da un viale di cipressi ed ulivi che giunge fino al loggiato della parte frontale della villa. Il piano terra ospita un salone doppio con un camino ed un forno antico, un'ampia sala da pranzo anch'essa con camino, due camere da letto di cui una con camino, due bagni ed una spaziosa cucina che si affaccia sul cortile interno dove si trova un pozzo antico non attivo. Su questo stesso livello vi sono anche una grande biblioteca adibita a studio ed un vano ad uso lavanderia. Attraverso due diverse scale si raggiunge il piano superiore composto da tre camere da letto, due bagni, uno studio ed un salone a veranda illuminata da sei doppie finestre. Una delle tre camere permette di raggiungere una terrazza sul tetto che offre una magnifica vista a 360° sulla Val d'Arno, sulle colline chiantigiane, sul bosco della proprietà e su Vallombrosa. A completare la villa in vendita in Toscana vi sono una serra in vetro adibita a limonaia e due terrapieni non visibili in giardino: uno composto da un garage, una cantina ed un antico locale per i vini, mentre l'altro è un locale per gli attrezzi.

Dettagli Tecnici Regione: Toscana
Comune: Firenze
Zona: Firenze

Tipologia: Villa in Tuscany - ville d'epoca
Superficie interni: 650 mq
Superficie esterni: 3,2 ha

Camere: 5
Bagni: 4
Saloni: 2
Sala da pranzo: 1
Cucina: 1

oltre vani accessori e locali tecnici

Limonaia
Garage
Parco: 1 ha
Bosco: 2,2 ha

Toscana – Firenze – Chianti: Firenze km 25 - Arezzo km 55 - Vallombrosa km 8 - San Gimignano km 70 - Montespertoli km 59 - Parco Nazionale del Casentino km 28 - Golf Club km 13 - Aeroporto Firenze km 45 - Uscita autostrada: uscita Incisa Valdarno Km 18.

Rif: 0350
Prezzo: Da 2,5M a 5M

vendo villa

proprietà in vendita
casolare in vendita

Contatti

Per meglio corrispondere alle vostre esigenze Vi preghiamo di compilare i campi sottostanti specificando la lingua in cui gradireste risposta. Lionard Vi risponderà quanto prima.

Nome *
Cognome *
Email*
Telefono*
Società
Lingua*
Paese *
Messaggio *
Privacy *
Accetto condizioni D.Lgs. 196/03.

Tel.: +39 055 0548100

Toscana Firenze

Toscana – Firenze – Chianti: a prima testimonianza dell'esistenza dell'abitato di Reggello, l'antica Cascia, risale al 1250. L'attuale capoluogo della Toscana nacque, probabilmente, come luogo di mercato all'incrocio tra una deviazione della Cassia e la via del Casentino che, attraverso la montagna, metteva in comunicazione il Valdarno con la vallata casentinese.
Nel tardo medioevo l'insediamento di Reggello crebbe d'importanza, tanto che all'inizio del XV secolo vi furono spostati sia la sede podestarile che il mercato. Lega e Podesteria continuarono, però, a mantenere il nome di Cascia fino al 1773, quando un provvedimento legislativo del Granduca Leopoldo costituì la Comunità di Reggello. Tra il 1807 ed il 1810 essa fu soggetta alla dominazione francese e nel 1814 la Comunità vicino Firenze fu ricostituita, ma raggiunse l'attuale assetto territoriale nel 1840. Nei decenni successivi all'annessione al Regno d'Italia alcune industrie si aggiunsero alle tradizionali attività agricole ed artigianali del territorio. La piazza del centro cittadino del borgo in Toscana, dove si svolgeva anche il mercato settimanale, era ricca di botteghe e locande e Vallombrosa si preparava a diventare uno dei più importanti centri turistico-climatici dell'intera Europa. Nel settembre del 1892 fu inaugurata la ferrovia Sant'Ellero-Saltino.
Nei primi anni del Novecento, a Saltino, sorsero ville private ed alberghi che ospitarono importanti personalità della politica e della cultura italiana ed europea, finché la guerra non pose fine alla Belle Epoque che aveva caratterizzato quegli anni. Dopo la sospensione delle istituzioni democratiche, nel ventennio fascista e dopo la Seconda Guerra Mondiale, Reggello, con le elezioni amministrative del 13 ottobre 1946, riprende il proprio cammino amministrativo sino ai giorni nostri.