Venduta Villa Reale Di Marlia A Lucca | Lionard 

Venduta Villa Reale di Marlia a Lucca

45 Foto
La Villa Reale di Marlia si trova in Toscana, nell'omonima frazione del comune di Capannori ed è una delle ville d'epoca più famose dei dintorni di Lucca. Circondata da un ampio parco, questa villa di lusso venduta a Lucca è il frutto degli interventi stratificati nei secoli dei proprietari. Già in epoca longobarda (IX Sec.) esisteva un fortilizio abitato dal Duca di Tuscia, passato poi – e ampliato – ai nobili facoltosi Orsetti che rifecero il palazzo e realizzarono uno splendido giardino barocco ornato di giochi d'acqua, ninfei, vasche e statue e del quale si sono conservate numerose parti. Ad essi si deve anche la costruzione della palazzina “dell'Orologio”. Nel 1806 la villa divenne proprietà di Elisa Bonaparte, sorella di Napoleone, che acquistò anche l'attigua Villa del Vescovo e relativo terreno così da raddoppiare le dimensioni del complesso.
Il parco di questa villa Toscana venne allora ricostruito secondo lo stile inglese e vennero piantate numerose nuove essenze prese dal parco reale di Napoli. Allo stesso modo il palazzo tardo rinascimentale degli Orsetti venne rinnovato con uno stile neoclassico da parte degli architetti Giovanni Lazzerini e P.T. Bienaimè. Anche gli interni vennero modificati in quel periodo con l'intervento di pittori italiani tra i quali Tofanelli, autore dell'affresco della Danza delle Ore conservato nella grande sala da ballo al piano terreno. Importanti ospiti vennero chiamati a rallegrare la vita di corte, come Niccolò Paganini e Metternich ed è impossibile passare sotto silenzio la prima della Fedra di Racine nel teatro di verzura della villa. Dopo la cacciata dei Bonaparte da parte degli Inglesi, la Villa Reale passò sotto il dominio dei Borbone: fu così che la sovrana Maria Luisa arricchì la Villa con una kaffeehaus e la Specola di Lucca, osservatorio astronomico sfortunatamente rimasto incompiuto.
Dal 1928 la prestigiosa Villa Toscana, adesso in vendita, appartiene alla famiglia Pecci-Blunt che ne ha curato la manutenzione e il restauro.
Project By
Luca Borgogni
Dettagli Tecnici Regione: Toscana
Comune: Lucca
Zona: Lucca

Tipologia: Villa Lucca - Lucca ville
Superficie interni: 18000 mq
Superficie esterni: 19 ettari

Villa reale: 2126 mq
Villa del vescovo: 1800 mq
Palazzina dell'orologio: 4200 mq
Cappella privata: 80 mq
Alloggi staff e custode: 254 mq
Piscina con spogliatoio: 160 mq
Segheria: 375 mq
Limonaia e fabbricati adiacenti: 960 mq
Stalla azzurra: 1160 mq
Grotta del dio Pan: 106 mq
Teatro d'acqua: 50 mq
Teatro di verzura: 160 mq
Giardino spagnolo
Giardino dei limoni
2 campi da tennis
Lago
Uliveto - vigneto Pascolo - bosco Parco

TOSCANA - Lucca: Pisa: 30 km - Firenze: 62 km - Lucca: 4 km - Forte dei Marmi: 37 km - Golf club Lappato: 5 km - Impianti termali: 18 km - Impianti sciistici: 48 km - Aeroporto Pisa: 39 km - Autostrada uscita Capannori: 15 km

Rif: 2058
Prezzo: Trattativa Riservata

Casa di lusso

Villa in vendita
Villa a Lucca

Contatti

Per meglio corrispondere alle vostre esigenze Vi preghiamo di compilare i campi sottostanti specificando la lingua in cui gradireste risposta. Lionard Vi risponderà quanto prima.

Nome *
Cognome *
Email*
Telefono*
Società
Lingua*
Paese *
Messaggio *
Privacy *
Accetto condizioni D.Lgs. 196/03.

Tel.: +39 055 0548100

Toscana Lucca

Toscana - Lucca: Location dell'esclusiva villa di lusso l'inizio della storia di Marlia si perde nel buio dei tempi. Certo è però da ritrovamenti di tombe liguri, che già alcuni secoli prima di Cristo era abitata e sede di una colonia romana. Nel borgo della Toscana si stanziarono, a distanza di tempo, anche i Longobardi seppur a quel tempo Marlia doveva essere una zona molto paludosa visto che era attraversata da uno dei rami del fiume Serchio. Da questa palude sembra essere derivato anche il suo nome che si ritrova bei documenti fino al XII secolo come Marilla, piccolo mare.
L'eccezionale posizione del paese ha fatto sì che molti approfittassero per costruirvi palazzi e castelli di prestigio: così fecero Ugo il Grande, Marchese di Toscana, il Conte Ildebrando e gli Imperatori di Sassionia, Ottone I ed Ottone II. Dopo l'anno Mille, oltre a ricchezze e benessere, Marlia - Lucca conobbe anche tempi ben tristi: fu distrutta dalle soldatesche fiorentine nel XIV secolo e solo dopo pochi anni la sua popolazione fu drasticamente decimata da una grave pestilenza. Marlia - Lucca si risollevò e addirittura abbiamo notizia di un marliese che pochi anni dopo l'invenzione di Gutemberg lavorava a stampare libri di un certo pregio.
La crescita del paese è lenta ma costante fino ai giorni nostri, in cui Marlia si distingue soprattutto per i suoi opifici.