Storica Dimora Di Prestigio A Firenze | Lionard 

STORICA DIMORA DI PRESTIGIO A FIRENZE

21 Foto
Nel tipico paesaggio delle colline toscane e nella bellissima cornice di ampi terreni verdeggianti, nei dintorni di Firenze, si trova in vendita una storica dimora di prestigio nata su un importante ed antico convento risalente al XII secolo.  La struttura del casale in vendita a Firenze che ha una superficie complessiva di circa 1300 mq ed è circondata da un ettaro di terreno. I suoi ambienti, tutti di gran pregio, sono ricchi di storia e cultura ed hanno dato dimora a personaggi storici come Leonardo Da Vinci e la famiglia Della Robbia.
La struttura in pietra a vista ed i particolari arredamenti e rifiniture, tipicità delle ville e dei casali Toscani, così come i colori caldi ed i soffitti con volte e travi in legno, rendono i locali confortevoli ed accoglienti e rimandano ai tempi di epoche antiche. La tenuta in vendita in Toscana si divide in locali tecnici e due ville adiacenti disposte su due livelli e con ingressi indipendenti.
Al piano terra, attraversando un ampio ingresso, si accede a spaziosi vani che sono utilizzati come laboratori. Dal cortile è possibile accedere ad un piccolo ingresso che, grazie a particolari scale in legno, conduce all'ampio salone del primo piano di una delle due residenze. Il salone dispone di un caratteristico camino ed è collegato ad una camera da letto con bagno privato e soppalco. Lo stesso salone presenta delle scale che conducono al secondo piano che ospita un bagno ed un corridoio che conduce, grazia a delle scale, ad una camera da letto che occupa il caratteristico vano di una torretta.
L'altra villa si articola sul piano terra ed il primo piano. Il piano terra si compone di un ingresso, una cucina, una sala da pranzo, un salone, un bagno, uno studio ed altri locali accessori. Il piano terra, inoltre, è valorizzato da una corte completata da un caratteristico forno e delimitata da un muretto in pietra che si affaccia sul bellissimo panorama collinare di Firenze. Al primo piano la residenza ospita una cucina, due camere da letto, un bagno, uno studio con soppalco ed una sala da pranzo con camino che si affaccia su un'ampia terrazza dove rilassarsi all'ombra del pergolato.
Dettagli Tecnici Regione: Toscana
Comune: Firenze
Zona: Firenze

Tipologia: Ville e casali - Casale Toscana Vendita
Superficie interni: 1300 mq
Superficie esterni: 1 ha
 
Villa A
Camere: 3
Bagni: 3
cucine: 1
sala da pranzo: 1
Saloni: 1

Villa B
Camere: 2
Bagni: 2
Cucine: 2
Sala da pranzo: 2
Saloni: 1

oltre vani accessori e locali tecnici
 
Terreno: 1ha
 
Toscana – Firenze: Firenze km 15 – Siena km 49 – Montespertoli km 15 – San Miniato km 28 – San Gimignano km 31 – Parco Termale km 40 – Golf dell'Ugolino km 9 – Volterra km 56 – Aeroporto Firenze km 13 – Uscita autostrada: uscita Firenze sud km 14.

Rif: 0196
Prezzo: € 2.700.000

vendo villa

casolare Toscana
castello Chianti

Contatti

Per meglio corrispondere alle vostre esigenze Vi preghiamo di compilare i campi sottostanti specificando la lingua in cui gradireste risposta. Lionard Vi risponderà quanto prima.

Nome *
Cognome *
Email*
Telefono*
Società
Lingua*
Paese *
Messaggio *
Privacy *
Accetto condizioni D.Lgs. 196/03.

Tel.: +39 055 0548100

Toscana Firenze

Toscana – Firenze: Il borgo della Toscana di San Casciano Val di Pesa situato a pochi chilometri da Firenze ed è ricco di chiese e ville di lusso costruite in stile medioevale come ad esempio il Castello di Bibbione. In epoca romana troviamo notizie di San Casciano come "mansio", un avamposto per il cambio di cavalli sulla strada per l'antica Firenze. La Pieve di Santa Cecilia, che sorge in prossimità strada romana, viene chiamata "a Decimo" proprio perché posta vicino alla decima pietra miliare, che indicava la distanza di dieci miglia da Firenze. Il borgo in Toscana, comunque, era già abitato intorno all'VIII secolo a.C, almeno secondo i rinvenimenti archeologici legati alla civiltà etrusca. Inizialmente San Casciano era un piccolo borgo che sorgeva nei paraggi della Pieve di Santa Cecilia a Decimo, con la sua funzione di posta per i cavalli, ereditata dall'epoca romana.
Nel 1312 San Casciano è il luogo scelto dall'imperatore Arrigo VII per accamparsi dopo l'assedio a Firenze, ma prima di giungervi si fa precedere dal fratello, l'arcivescovo di Treviri, che saccheggia e distrugge numerosi castelli della Val di Pesa. Poco dopo il borgo in Toscana, dove sorge la splendida casa di lusso, è messo a ferro e fuoco dalle truppe di Castruccio Castracani. Nel 1343, Gualtieri di Brienne, salito al potere nel capoluogo della Toscana, trasforma San Casciano in Castel Ducale e lo fortifica con numerose cerchia di mura, ma la sua fuga da Firenze provoca l'interruzione dei lavori.
Nel 1354 l'esercito di Fra' Moriale D'Albano prende letteralmente in ostaggio il borgo, per farsi pagare un riscatto. È allora che Firenze si decide a fortificare a spese proprie il centro, conscia della sua posizione che lo rende allettante per banditi ed eserciti nemici. Con l'arrivo dei Medici si inaugura un periodo più pacifico, durante il quale vengono demolite anche alcune barriere, mentre i ruderi dei castelli intorno a San Casciano lasciano il loro posto alle ville signorili ed alle tenute agricole.
La Val di Pesa, in quest'epoca di splendore, diventa la terra dei Della Robbia, illustre dinastia di ceramisti che ha disseminato la Toscana di terrecotte pregiate. Purtroppo San Casciano deve conoscere un'ultima volta l'orrore della guerra. Il 26 luglio 1944, le mine delle truppe nazifasciste in ritirata ed un fitto bombardamento operato dall'esercito Alleato colpiscono nuovamente la città, provocando notevoli danni e rinnovando la storia delle devastazioni del piccolo borgo con un ultimo drammatico capitolo.